Link restauro vetrate
Galleria dei sottovetri
Il restauro dei sottovetri
Il restauro delle vetrate
Realizzazione delle vetrate
Glossario
Glossario architettonico
Racinet

Apparati Glossario architettonico

V
Il GLOSSARIO presenta - riadattate - delle voci tratte da volumi pubblicati agli inizi del novecento. In particolare si rimanda a: Sacken - Brayda, Stili di architettura, quarta edizione modificata ed ampliata da Enrico Bonicelli, Torino, Casa Editrice Giovanni Chiantore, 1927.

A - B - C - D - E - F - G - H - I - L
M
- N - O - P - Q - R - S - T - U - V - Z

 

V

Ventaglio. Grata a forma di semicerchio posta a chiusura di porte e portoni ad arco. La maggior parte in ferro battuto, pu essere in ghisa e pi raramente in bronzo. Fissata con murature al paramento, il margine inferiore serve da battuta per la chiusura delle ante.
Velatura. La velatura un sottile strato di una sostanza fortemente diluita che, pur lasciando trasparire il supporto, ne modifica le caratteristiche. Un esempio pratico: si vela un intonachino applicando a pennello una tinta ottenuta stemperanao un cucchiaio di pigmento naturale in un secchio d'acqua.
Velinatura. Messa in opera con adesivi reversibili di veline (carta giapponese, ed altri tipi analoghi di carte) in modo da evitare la caduta di intonaci, pellicole pittoriche o altro materiale incoerente. La velinatura un operazione provvisoria in attesa del consolidamento.
Vescica di pesce. Vano lasciato tra regoli o bastoncelli nelle finestre dello stile gotico, formato da due o pi archi, avente la forma di una fiamma o d'una vescica di pesce.
Vespaio. Camera d'aria sottostante un pavimento con funzione di isolamento dal terreno per evitare la penetrazione di umidit e di basse temperature.
Vestibolo. Vedi Prono.
Viticcio. Ornamento formato da fila, steli, o striscioline contorte come i caulicoli. Vedi Caulicoli.
Vomitorio. Parte dell'anfiteatro romano, che conduceva ai cunei ed alle gradinate.
Volta. Dicesi volta una copertura intera o parziale di un edificio eseguita in muratura, ed i cui materiali, distribuiti in modo da potersi reggere in virt del loro mutuo contrasto, costituiscono un insieme ben solido con una forma conveniente all'uso ed alla destinazione della copertura medesima. Le volte che sono pi comunemente adoperate si possono ridurre alle seguenti:
Volta a botte. Dicesi cos li volta cilindrica, la cui sezione retta, oltre ad aver gli estremi posti su una medesima orizzontale, ammette come linea di simmetria la perpendicolare innalzata sul mezzo dell'indicata orizzontale.
Volta a bacino
. Su pianta circolare. quella di cui l'imbotte una superficie di rivoluzione generata quasi sempre da un quarto di circolo, o di elisse o di ovale. Su pianta elittica, quella di cui l'imbotte un mezzo elissoide avente due dei suoi semiassi eguali a quelli dell'elisse che serve di base alla volta, ed il terzo uguale alla monta della volta stessa.
Volta a vela. Generalmente sferica o ellittica, quella che risulta dalla superficie di una semi-sfera o d'un semi-elissoide di rivoluzione insistente su di un circolo circoscritto al poligono di base, dal quale, mediante piani verticali passanti pei lati della base, si suppongono tolte tante semi-calotte quanti sono i lati del poligono.
Volta a padiglione. quella costituita da tanti fusi cilindrici quanti sono i lati del poligono di base o formata da pi porzioni di botti, che si tagliano secondo spigoli salienti.
Volta a schifo, o a conca, o a botte, con teste di padiglione. quella la cui superficie d'intradosso consta di una parte di mezzo, che quella di una volta a botte, e di due parti laterali appartenenti ad una volta a padiglione.
Volta a crociera. Generalmente quella costituita. da tante unghie cilindriche quanti sono i lati della pianta; oppure formata. da. pi porzioni di botti, che si tagliano secondo spigoli rientranti.
Volta a cupola. quella che risulta dalla combinazione, di una volta a vela coprente un quadrato od un ottagono, e troncata con un piano orizzontale passante al disopra dei quattro od otto archi perimetrali, di una parte cilindrica o prismatica (Tamburo) avente per base la sezione fatta nella volta a vela, e di una volta a bacino od a padiglione, insistente sulla base superiore della superficie cilindrica o sulla parte prismatica ottagonale.
Volta stellata, o a stelle. Volta nella cui imbotte le nervature s'intrecciano in modo da formare delle stelle; usata specialmente nello stile gotico.
Volta a rete. Volta a crociera con cordonature trasversali che si intrecciano come le maglie di una rete. Molto in uso nello stile gotico, specialnente in Germania.
Voluta. Ornamento dell'ordine ionico e composito. rappresentante una corteccia d'albero attorcigliata e voltata a spirale. Essa si distingue in angolare, piana o non sporgente, di mensola di modiglione, sporgente, rientrante, ed ovale.