Link restauro vetrate
Galleria dei sottovetri
Il restauro dei sottovetri
Il restauro delle vetrate
Realizzazione delle vetrate
Glossario
Glossario architettonico
Racinet

Apparati Glossario architettonico

T
Il GLOSSARIO presenta - riadattate - delle voci tratte da volumi pubblicati agli inizi del novecento. In particolare si rimanda a: Sacken - Brayda, Stili di architettura, quarta edizione modificata ed ampliata da Enrico Bonicelli, Torino, Casa Editrice Giovanni Chiantore, 1927.

A - B - C - D - E - F - G - H - I - L
M
- N - O - P - Q - R - S - T - U - V - Z

 

T

Tabernacolo. Piccola edicola a forma di tempietto racchiudente una o pi¨ nicchie o spazi, che debbano contenere qualche oggetto sacro. Le forme e destinazioni dei tabernacoli sono variatissime.Vedi Faro, Edicola, Ciborio, Baldacchino.
Tablino. Parte della casa dei Romani situata mediatamente dopo l'atrio; dove erano collocate le statue degli antenati.
Tamburo. Parte di volta a cupola, direttamente sopportata dai pennacchi.
Targa. Vedi Scudo.
Tassellatura. Inserimento di un tassello a scopo di rafforzamento o di riparazione di un guasto. Per le costruzioni antiche si procede alla t. per sostituire parti litiche deteriorate.
Tassello. Termine dai diversi significati: integrazione di una lacuna preesistente, realizzata con analogo materiale, oppure parte componente di uno stampo smontabile; infine Ŕ riferito ad un sistema attuale di ancoraggio che utilizza un foro nel quale inserire un elemento cilindrico ad espansione munito di gancio od occhiello. Piccolo pezzo di pietra o di legno che si adopera sotto varie forme e per usi tecnici diversi nelle opere di pietra, nelle costruzioni, nei lavori di finimento e nei mobili. Nella lavorazione dei materiali naturali da costruzione il tassello Ŕ un blocchetto di roccia generalmente di forma prismatica, usato per mascherare una cavitÓ esistente in una pietra ornamentale e costituente un difetto della pietra stessa. Il tassello viene preparato con materiale della stessa natura e incollato con mastice nella cavitÓ ridotta anche essa in forma prismatica. Con lo stesso nome si indicano anche i rappezzi che si applicano talora a statue o parti architettoniche di pietra per riparare lesioni o ricoprire grappe metalliche interne. Tasselli lignei si usano con funzione del tutto diversa, si murano nelle strutture murarie per permettere l'applicazione di ganci e altri elementi metallici a vite.
Tavolato. Piano parete o soffitto composto di assi fissate ad un orditura. Nei solai un sinonimo di tavolato Ŕ assito.
Teatro. Edificio destinato a spettacoli di musica, lotta od altri. Gli antichi teatri erano scoperti.
Tegola. Laterizio di forma rettangolare usato nella copertura del tetto, nell'uso comune Ŕ riferito alla "marsigliese". Tipo di tegola con nervature, due scanalature e incastri sui tre lati. La marsigliese nelle sue attuali fogge ha avuto grande diffusione a partire dalla fine del secolo scorso. ╚ quindi proponibilie solo su di un tipo di edilizia relativamente recente.
Tempera. Con questo termine si identifica una specifica tecnica di tinteggio che utilizza una base pigmentabile bianca legata con colle di diverso tipo.
Tempio. Edificio sacro, dedicato a Dio od ai santi; dicesi anche di quelli dei Gentili.
Tepidario. Stanza dei bagni antichi, dove erano le vasche dell'acqua calda. Terme. Costruzioni di Roma antica per uso di bagni pubblici o privati.
Terzo. Uno dei due modi di voltare l'arco.
Tesatura. Messa in tensione di catene o cavi in acciaio.
Tetrastilo. Edificio contenente quattro colonne o nella facciata, o nel compartimento interno.
Timpano. Parte del fondo dei frontispizi che risponde al vivo del fregio, limitato dalla cornice, sulla quale vi sono in generale modanature e bassorilievi.
Tinta. Termine dai molteplici significati; pu˛ identificare il liquido usato per colorare, ma Ŕ anche riferito alla qualitÓ di un colore (tinta fredda, calda, luminosa, opaca). Infine pu˛ essere sinonimo di colore.
Tinteggio. Applicazione sulla superficie di un manufatto architettonico di una o pi¨ mani di tinta.
Tirante. Elemento soggetto ad una sollecitazione di tensione impiegato a seconda dei casi in verie forme (chiavi, catene, aste di travature reticolari, etc.) con lo scopo di contrastarla.
Tonalizzare. Rendere la gradazione di colore di un elemento nuovo uguale o simile ad una giÓ esistente.
Tondino
, Fusaj˛lo. Nell'arte classica sottile modanatura semicircolare convessa, diffusa nella decorazione architettonica.
Toro. Vedi Astragalo.
Toscano, Tuscanico. Ordine di architettura di proporzioni pi¨ semplici, meno elevate, pi¨ tozze di quelle degli altri ordini. Un bell'esempio di quest'ordine si ha in Roma nel piano del teatro Marcello.
Trabeazione. ╚ la parte essenziale di un ordine, sovrapposta alle rispettive colonne o paraste, e si divide in tre parti principali : architrave, fregio e cornice.
Trasparente. Significa "attraverso l'apparente". Indica una superficie, un colore, una finitura, composti di due elementi fusi assieme eppur distinguibiliili sotto stante denso o coprente, il superiore sottile e permeabile. Una sagramatura Ŕ trasparente, un intonaco non lo Ŕ.
Traversa. Si dicono traverse nelle strutture orizzontali a due ordini di travi, fra di loro ortogonali con due dimensioni diverse, quelle travi disposte secondo la dimensione minore, distinguendole dalle altre dette correnti.
Travicelli
. Piccole travi secondarie.
Tribuna, Abside. Nell'arte paleocristiana tribuna dove sedevano i membri del clero. In generale il termine indica lo spazio del presbiterio dell'abside comprese le eventuali cappelle.
Triclinio. Sala da pranzo e di ricevimento presso i Romani. Nelle basiliche cristiane era il luogo ove si ricevevano i pellegrini.
Triforio. Nome dato dagli archeologi all'Óndito angusto archeggiato, girante all'interno della nave maggiore di molte chiese, specialmente romaniche e gotiche, e che con o senza finestre forma come un piano di mezzo fra le grandi arcate e le finestre delle navi.
Triglifo, Glifo. Ornamento del fregio dorico, sfondato ad angolo, mediante tre canaletti, e portante goccie.
Trilite
. Sistema strutturale elementare formato da due blocchi lapidei monolitici verticali, sormontati a copertura da un terzo orizzontale e basato, dal punto di vista statico, sulla trasmissione di sforzi verticali con esclusione di qualsiasi sforzo spingente.
Trochilo. Vedi Scozia.
Trofeo. Ornamento composto di spoglie campali, come spade, targhe, elmi, corone, ecc. Si fanno pure i trofei analoghi alle arti ed alle scienze, aggruppando quegli strumenti od emblemi che sono propri a ciascuna.
Tronco. Vedi fusto.